Home e comunicarono tutti... felici e contenti Cosa fa un copywriter? Ciò che fanno i topolini nella fiaba di Cenerentola…

Cosa fa un copywriter? Ciò che fanno i topolini nella fiaba di Cenerentola…

by Simona

Cosa può fare concretamente un copywriter nella tua azienda, nella vita quotidiana della tua impresa?

Io credo che il ruolo di un professionista come me che produce contenuti sia simile a quello dei topolini e degli uccellini della fiaba di Cenerentola… Ti ricordi questa storia, vero?

Sì, è troppo famosa per non conoscerla o per averla dimenticata! Ma voglio soffermarmi sul passaggio che riguarda proprio il ruolo di questi animaletti, nello specifico nella versione che tutti hanno sicuramente visto, ovvero quella del cartone animato di Walt Disney.

 

Ti riassumo quello a cui voglio fare riferimento:

Cenerentola viveva con la matrigna e le due sorellastre, che la facevano lavorare (e impazzire con le loro richieste assurde) da mattina a sera.

I suoi unici amici erano i topolini che vivevano nella casa, a cui Cenerentola cercava sempre di procurare il formaggio di cui erano ghiotti, e gli uccellini a cui gettava piccole briciole di pane e che la sera, per ringraziarla, prima che si addormentasse, cantavano per lei del principe azzurro che un giorno l’avrebbe sposata e resa felice.

Anche se le due sorellastre avevano più o meno l’età di Cenerentola, non volevano oppure non erano in grado di vedere al di là dell’aspetto dei topolini e degli uccellini, così perdevano la possibilità di cogliere l’utilità e le capacità che i piccoli animali potevano offrire, poiché spesso essi aiutavano Cenerentola nelle piccole incombenze quotidiane.

Quando la famiglia reale annunciò un ballo per trovare una degna moglie al principe, Cenerentola essendo lei stessa figlia di un nobile disse alla matrigna che aveva pure lei il diritto di andarci: ma quel giorno la terribile donna e le sue odiose figlie le diedero tanto lavoro da fare che Cenerentola non ebbe il tempo di riposarsi cinque minuti. Figuriamoci se poteva trovarne per rimodernare e rendere più bello il vecchio vestito della sua mamma, che aveva pensato di mettere per andare a palazzo!

A pensarci per lei furono i topolini e gli uccellini: da un vecchio baule recuperarono nastri e balze e nella brutta soffitta in cui Cenerentola dormiva si misero al lavoro. I topolini avevano minuscole zampette, abituate a scavare gallerie e a intagliare i mobili per far arrabbiare le sorellastre e la matrigna, e grazie alle loro capacità artigianali che avevano tanto esercitato riuscirono a confezionarle l’abito perfetto, con una fantasia e una precisione che forse nemmeno Cenerentola stessa avrebbe potuto avere!

E al contempo, mentre le sorellastre scartavano cinture e collane, topolini e uccellini presero gentilmente a prestito un po’ di accessori che le due viziate dicevano fossero “orribili” (ma che si ripresero in seguito strappandoli senza riguardi dal vestito bellissimo confezionato dai topolini e dagli uccellini per Cenerentola)!

 

Sappiamo com’è andato il resto della storia… o se non te lo ricordi magari te lo racconterò un’altra volta!

Fatto sta che, molto spesso, il ruolo dei topolini e degli uccellini di Cenerentola è simile a quello ricoperto da un copywriter per un’azienda.

Questi animaletti provvedono a cucire e decorare il vestito su misura, rispettando le forme e le caratteristiche del corpo di Cenerentola ma anche la “situazione sociale” in cui l’abito andrà portato: il ballo. Infatti non le realizzano un abito da cocktail, un abito da sposa o una tonaca per farsi suora, ma un vestito elegante, raffinato, perfetto per essere accettato dalla classe dei nobili e all’altezza di un ballo reale.

 

Lo stesso faccio io come professionista quando collaboro come copywriter per un’azienda.

I testi di un libro, di una brochure o di un sito, oppure la ricerca di un brandname o la transcreazione di testi, sono fatti non per mettere in evidenza il mio stile o la mia personalità, ma per valorizzare l’identità della tua azienda per il supporto o il contesto in cui i testi andranno utilizzati.

Prenderò le misure, raccoglierò le informazioni che servono (come ho accennato in questo articolo), valuteremo assieme se lo stile e le modalità con cui abitualmente ti rivolgi ai tuoi clienti sono quelli giusti o decideremo l’approccio nuovo con cui, da ora, vuoi comunicare con loro. Come copywriter svilupperò i contenuti per la tua comunicazione in base alla strategia migliore.

In sostanza, però, il tuo principe azzurro (il tuo cliente!) non saprà mai qual è stato il mio ruolo in tutto questo! 😉 

 

Se vuoi sapere di più su come lavoro, mi puoi contattare come copywriter per farmi le domande che vuoi (o commentare l’articolo) oltre a leggere i prossimi post anche grazie alla mia pagina Facebook Simona Cremonini copywriter ed editor che ti invito a seguire.

 

Spero di averti spiegato al meglio il mio approccio verso il copywriting, ovvero che dovrebbe essere il contenuto ad adattarsi alla tua azienda e non il contrario, e spero che resterai con me seguendomi in futuro, così un giorno potrai sintetizzare che comunicarono tutti… felici e contenti!

 

0 comment

Potrebbe interessarti anche...

Leave a Comment

* Usando questo form approvi la conservazione e la gestione dei tuoi dati da parte del sito. Per saperne di più, visita la pagina del sito "Privacy e Cookie Policy".